Si è svolta domenica 23 settembre in piazza Achille Leoni a Rovereto dopo un lungo percorso di preparazione la manifestazione dedicata al mondo dei pompieri

È difficilmente raccontabile l’emozione della finale della King of Firemen, che si svolta domenica 23 settembre 2018 a Rovereto nella prima tappa del tour europeo.
La manifestazione si è conclusa verso le ore 23.00 dopo un’intensa giornata di gare e intrattenimento con la premiazione dei primi tre classificati.
I King of Firemen che hanno alzato il trofeo verso il cielo sono stati la squadra «Pergine1» che incredibilmente, battendo ogni più rosea aspettativa con soli 2 minuti e 31 secondi e 82 decimi di secondo ha svolto tutte e cinque le prove previste per lo svolgimento della gara.
A seguire si sono classificati alla seconda posizione i vigili del fuoco di «VVF Riva» con 2 minuti e 32 secondi e 82 decimi di secondo mentre ha occupato il terzo posto la seconda squadra proveniente dalla Valsugana «Pergine 2» con un tempo altrettanto significativo di 2 minuti e 39 secondi e 67 decimi di secondo.

Come testimoniano i numeri le squadre arrivate in finale hanno gareggiato giocandosi la vittoria per pochi secondi e decimi di secondo.
Tutte i team partecipanti hanno dato piena dimostrazione della grande professionalità che contraddistingue i corpi dei vigili del fuoco Volontari del trentino e hanno mostrato quanto sia importante il valore umano e l’affiatamento di squadra nel momento dell’azione.
Ha vinto la squadra più tenace, abile e coordinata ma hanno vinto tutti i vigili del fuoco che hanno partecipato e vissuto intensamente un evento fatto per sensibilizzare le persone e confermare la funzione sociale del vigile del fuoco in modo originale e avvincente.

È importante ricordare come sia forte l’appartenenza dei vigili del fuoco al proprio territorio e come sia stretto il legame che li lega alle proprie comunità; è rincuorante sapere che esistono degli angeli custodi pronti e preparati ad agire in qualsiasi momento per risolvere situazioni di emergenza e annullare il pericolo che è sempre incombente.
Alla finalissima sono seguite le premiazioni che si sono svolte al secondo piano del truck gara alla presenza delle autorità.

Erano con noi Tullio Ioppi il presidente della Federazione Corpi dei Vigili del Fuoco Volontari della P.A.T, il sindaco di Rovereto Francesco Valduga assieme all’assessore allo Sport e Innovazione Tecnologica Mario Bortot, Ruggero Pozzer il presidente di Agenzia Sport Vallagarina e rappresentante di della Comunità della Vallagarina ma anche gli ideatori dell’evento, l’ex Comandante dei Vigili del Fuoco Luca Minatti e l’event manager Roberto Bellini.
È grazie al concorso di tantissime persone che un evento di questo tipo ma visto prima di ieri sulla scena trentina, ma inedito anche a livello nazionale, ha potuto realizzarsi.

Sono molte le persone da ringraziare che hanno dato la loro disponibilità ed energia: tutti i vigili del fuoco volontari della Vallagarina per il supporto al Villaggio dei Pompieri e per la realizzazione del percorso ad ostacoli per bambini, i vigili del fuoco di Rovereto per il servizio di security e antincendio al villaggio, i giudici della Scuola Provinciale Antincendio di Trento e della Scuola Provinciale cani da ricerca e catastrofe di Trento che hanno seguito l’esecuzione della gara; ringraziamo anche gli sponsor e tutti quelli che ci hanno supportato in questo lungo percorso di preparazione che però non finisce qua, poiché la gara di Rovereto è solo la prima tappa di un tour che si sposterà per tutta l’Italia e l’Europa per portare il suo messaggio sociale e la sua carica travolgente al numero maggiore di persone e vigili del fuoco.
Diciamo quindi con orgoglio «King of Firemen – Never too hard!».

VAI ALL’ARTICOLO SULLA PAGINA UFFICIALE: https://www.ladigetto.it/interno/Rovereto/79951-finalissima-ma-non-finisce-qui-per-i-pompieri-di-king-of-firemen.html

TRASLATE »